Davide.Fina

Davide.Fina

@dustin_fina Soy el toro que mata el torero

62 media 394 followers 1.1K followings

Advertisement

20    3    18 days ago

Eccomi là. Cioè Alex e i miei drughi. Cioè Pete, Georgie e Dim. Eravamo seduti nel Korova milkbar arrovellandoci il gulliver per sapere cosa fare della serata. Il Korova milkbar vende "latte+", cioè diciamo latte rinforzato con qualche droguccia mescalina, che è quel che stavamo bevendo. È roba che ti fa robusto e disposto all'esercizio dell'amata ultra violenza Arancia Meccanica

18    0    29 days ago

D'Alema di una cosa di sinistra. Di una cosa anche non di sinistra, di civiltà D'Alema di qualcosa! Passano gli anni ma sta scena rimane la mia preferita

30    0    1 month ago

Quella sera a Milano era caldo Ma che caldo che caldo faceva Brigadiere apra un po' la finestra E ad un tratto Pinelli cascò. "Commissario io gliel'ho già detto Le ripeto che sono innocente Anarchia non vuol dire bombe Ma eguaglianza nella libertà." "Poche storie indiziato Pinelli Il tuo amico Valpreda ha parlato Lui è l'autore di questo attentato E il suo socio sappiamo sei tu" "Impossibile" – grida Pinelli – "Un compagno non può averlo fatto Tra i padroni bisogna cercare Chi le bombe ha fatto scoppiar. Altre bombe verranno gettate Per fermare la lotta di classe I padroni e i burocrati sanno Che non siam più disposti a trattar" "Ora basta indiziato Pinelli" – Calabresi nervoso gridava – "Tu Lo Grano apri un po' la finestra Quattro piani son duri da far." In dicembre a Milano era caldo Ma che caldo che caldo faceva È bastato aprir la finestra Una spinta e Pinelli cascò. Dopo giorni eravamo in tremila In tremila al tuo funerale E nessuno può dimenticare Quel che accanto alla bara giurò. Ti hanno ucciso spezzandoti il collo Sei caduto ed eri già morto Calabresi ritorna in ufficio Però adesso non è più tranquillo. Ti hanno ucciso per farti tacere Perché avevi capito l’inganno Ora dormi, non puoi più parlare, Ma i compagni ti vendicheranno. "Progressisti" e recuperatori Noi sputiamo sui vostri discorsi Per Valpreda Pinelli e noi tutti C’è soltanto una cosa da far. Gli operai nelle fabbriche e fuori Stan firmando la vostra condanna Il potere comincia a tremare La giustizia sarà giudicata. Calabresi con Guida il fascista Si ricordi che gli anni son lunghi Prima o poi qualche cosa succede Che il Pinelli farà ricordar. Quella sera a Milano era caldo Ma che caldo che caldo faceva Brigadiere apra un po’ la finestra E ad un tratto Pinelli cascò.

29    0    1 month ago

Lasciatemi concepire il mondo da lontano Come fa un uomo con un quadro Come per strada faccio io Come in silenzio fa Dio.

54    6    1 month ago

Tutti volevano studiare e impegnarsi per la loro musica. Tranne i Sex Pistols, a loro non fregava un cazzo di niente.

Advertisement

28    0    2 months ago

Incombere umorale degli affetti del sangue Incombere umorale delle idee delle istanze Insolente promessa sciocca vacua solenne Di bastare a sé... Non tornerò mai dov'ero già Non tornerò mai a prima, mai Non tornerò mai a prima, mai Non tornerò mai dov'ero già Incombere umorale delle idee delle istanze Incombere umorale degli affetti del sangue Potessi dirti quello che nemmeno posso scriverti Esiterei nel farlo... Oggi è domenica, domani si muore Oggi mi vesto di seta e candore Oggi è domenica, domani si muore Oggi mi vesto di rosso e d'amore Non tornerò mai dov'ero già Non tornerò mai a prima, mai Non tornerò mai a prima, mai Non tornerò mai dov'ero già Oggi è domenica, domani si muore Oggi mi vesto di seta e candore Oggi è domenica, domani si muore Oggi mi vesto di rosso e d'amore Ad onta di ogni strenua decisione o voto contrario Mi trovo imbarazzato sorpreso ferito Per un'irata sensazione di peggioramento Per un'irata sensazione di peggioramento Di cui non so parlare né so fare domande Di cui non so parlare né so fare domande

32    1    2 months ago

"In Stalingram we trust" Ho la fissazione terroristica se la visione più ottimistica del mio futuro È un cazzo nel culo.